SARDEGNA VACANZE DEA - TRUFFA A CHIA

Intorno al 20 giugno ho contattato telefonicamente il titolare della Sardegna Vacanze Dea con sede in Cagliari Viale S. Avendrace 122 rintracciato tramite internet. Ero interessata a due villette in zona Chia. Le trattative sono andate a buon fine ed abbiamo concluso un contratto di locazione per due appartamenti in Viale Spartivento a Chia per 2 settimane dal 21/7 al 4/8. Abbiamo quindi provveduto a mandare un acconto tramite bonifico di euro 750,00 su un totale di 3000 euro. Il bonifico è stato inviato sul "conto" del "titolare". In data 5 luglio abbiamo ricevuto il contratto tramite posta elettronica che ho firmato e rispedito a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Con il titolare i contatti sono proseguiti fino al giorno 20 luglio per comunicazioni varie e per concordare l'arrivo a Chia per il 21 luglio. Il giorno 21 all'ora stabilita, le 17, abbiamo chiamato il titolare al cellulare che però risultava staccato e al numero fisso partiva una segreteria telefonica. A quel punto abbiamo capito che si trattava di una truffa. Siamo comunque arrivati a Chia e logicamente non abbiamo trovato nessuno ad aspettarci ne tanto meno le due villette a disposizione. Per nostra fortuna abbiamo casualmente trovato una gentilissima signora che è agente immobiliare in zona Chia che ci ha trovato una sistemazione (siamo in 9) e ci ha consigliato, oltre che a denunciare il tutto ai carabinieri  di Domus De Maria (cosa che abbiamo già fatto), di contattare la Federconsumatori se non altro per cercare di prevenire altre truffe. 

Intesa Vita o Intesa Morte? Intesa San Paolo la mia banca è "in differente"

Nel novembre 2005 , fidandomi della mia banca ("la mia banca e' differente")ho messo nelle loro mani un fondo di euro 50.000 in una polizza vita.
Costretto da necessita' ho provveduto a diversi riscatti parziali.
Nel Maggio 2008 tolto i riscatti parziali ero convinto di avere in polizza vita la somma di euro 25.000.
Con grande rabbia e altrettanto sdegno vengo informato dalla stessa banca "Intesa San Paolo" di avere in caso di riscatto totale solamente euro 17.000!! Ma di avere euro 20.000 se avessi aspettato la scadenza tra cinque anni!!!! Neanche i 25.000!!!!!
Sono andato a leggermi le condizioni Intesa GlobelDoc in riscatto parziale ed ho scoperto che fidandomi della mia banca mi avevano rifilato delle obbligazioni chiamandole polizza vita.
E' cosi che Intesa Vita viene da me letto Intesa Morte . Grazie. 

Finto agente Enel

In mattinata ho ricevuto la visita di un "Agente Enel", così si è presentato senza meglio specificare, che mi ha chiesto i dati relativi all’utenza di fornitura di energia elettrica in essere (anagrafica dell'intestatario - mio marito - n. cliente, ecc.), sostenendo che era solo un modo per confermare i dati del contratto attuale, senza specificare invece che si trattava di un'offerta commerciale per stipulare un nuovo contratto con una nuova agenzia Enel.
Inoltre l’agente mi ha confermato, solo a seguito  di mia richiesta, che non sarebbero state modificate le condizioni contrattuali attuali e che non avrei assunto con la sottoscrizione alcun impegno se non quello di confermare quello in corso.

Solo dopo aver contattato il numero verde di Enel Distribuzione, sono stata informata che non avevano incaricato alcun agente per “prendere conferma delle utenze”, ma che sicuramente, attraverso un vero e proprio raggiro avevo firmato una richiesta di nuovo contratto con una nuova agenzia, Enel Energia.

Con ciò intendo sottolineare la mancanza di trasparenza e di chiarezza dei venditori di contratto porta a porta delle nuove ag enzie Enel Energia, in netto contrasto con le ”Regole di condotta commerciale dei venditori” pubblicate nel sito web di Enel Energia:
l Informare chiaramente il cliente che il contatto è finalizzato alla presentazione di
un’offerta commerciale anche al fine di evitare di essere confusi con letturisti o
tecnici del distributore locale
l Promuovere le offerte con informazioni chiare, trasparenti e veritiere evitando
fraintendimenti con i clienti per esempio sul fatto che il vecchio fornitore sia in
procinto di terminare o di vendere la propria attività… 

Prezzi fasulli al Supermercato Sigma

Capita sempre più spesso di prendere degli articoli da un supermercato del gruppo Sigma, presente nel territorio asseminese dove risiedo, e accade  che i prezzi non corrispondano in realtà a quelli posti sugli scaffali.
Cito un esempio: poche ore fa, ho acquistato alcuni articoli presso il supermercato Sigma vicino casa,  tra cui una crema per il viso. Sullo scaffale riportava il prezzo di 7.70, alla cassa però risultava un prezzo pari a 12 euro; lamentando con la cassiera l'incongruenza di prezzo ho chiesto che mi venisse tolto dallo scontrino il prezzo relativo al prodotto preso. La cassiera mi risponde che lei non è autorizzata a restituire il denaro cosi mi invita a impegnare la differenza calcolata per acquistare altri prodotti.
Io ovviamente rifiuto di farlo, proprio in virtù del fatto che ritengo questo una truffa del tutto ingiustificata.
Cosi ritorno al banco delle creme e scelgo un'altra crema con un costo inferiore. Ritorno alla cassa e si ripresenta la stessa questione: alla cassa il prezzo cambia nuovamente. A quel punto la cassiera chiama la responsabile che mi invita a sua volta a scegliere un'altra crema che però risulterà di nuovo con un prezzo "VARIABILE" al momento del passaggio nella cassa. Insomma.... la responsabile mi invita a stare tranquilla e alla fine mi rende a mano la differenza, pur avendo comunque acquistato un prodotto che non avrei mai comprato se il prezzo posto nello scaffale fosse stato quello corretto.
 
Alla fine, per fretta ed esortazione a non far chiasso, ho preso la busta della spesa fatta e me ne sono andata.
Mi hanno chiesto scusa per l'incidente. Non è la prima volta che accade in questo supermercato. Io penso che finchè si tratta di un solo prodotto una persona può anche ricordarsi il prezzo relativo all'articolo che acquista, ma quando alla cassa arrivi con il carrello pieni, come la mettiamo? La memoria di una giovane come me può fungere tuttavia da supporto in simili situazione, ma cosa  può accadere ad un anziano o semplicemente ad una persona poca attenta? 

Viaggi del Ventaglio: incubo parigino

Sono stato a Parigi con la famiglia, viaggio organizzato dal Tour Operator "I Viaggi del Ventaglio", mi sono ritrovato a vivere un incubo. L'albergo ove abbiamo pernottato era in condizioni igienico-sanitarie pietose, strati polvere e sporcizia ricoprivano i mobili, dietro un armadio ho persino trovato un topo morto. Le finestre avevano i vetri rotti e nel complesso la struttura appariva del tutto inagibile. L'assurdo è che nonostante le scuse rese telefonicamente, ad oltre due mesi dal mio formale reclamo, nessuno si sia degnato di contattarmi ne tanto meno di risarcirmi. 

Federconsumatori

  

 

Mappa