Luce, acqua e gas: via libera alla prescrizione biennale delle maxibollette

Buone notizie sul fronte maxi-bollette per tutti i consumatori: a partire dal 1° marzo 2018 si applicherà a tutte le bollette della luce il regime della prescrizione biennale.
Infatti, qualora i fornitori di energia non abbiano emesso alcuna fattura o sia stato fatturato un importo relativo a un periodo superiore a due anni, i consumatori potranno pagare unicamente gli importi dovuti nell’ultimo biennio.
Un caso particolare riguarda l’ipotesi in cui l’operatore, pur avendo già rilevato le letture dei consumi, non proceda tempestivamente all’invio della fattura a carico del cliente. Infatti, qualora i consumi si riferiscano a un periodo eccedente i due anni, Arera chiarisce che “il cliente è legittimato a sospendere il pagamento, previo reclamo al venditore e qualora l'Antitrust (Agcm) abbia aperto un procedimento nei confronti di quest'ultimo, e avrà inoltre diritto a ricevere il rimborso dei pagamenti effettuati qualora il procedimento Agcm si concluda con l'accertamento di una violazione”.
Si tratta di una misura voluta dalla legge di bilancio 2018, a cui la Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) ha deciso di dar seguito mediante l’approvazione di una delibera dello scorso 23 febbraio, che certamente farà tirare un sospiro di sollievo a tante famiglie e piccole imprese.
Di conseguenza, per tutte le bollette emesse dal 1° marzo in poi, i fornitori di energia elettrica saranno tenuti ad informare i propri clienti di questa novità almeno 10 giorni prima rispetto al termine fissato per il pagamento delle stesse fatture.
Quale calcolo verrà utilizzato per capire se si può eccepire la prescrizione biennale?
Il computo dei due anni va calcolato a partire dal momento in cui i venditori sono tenuti all’emissione della fattura, cioè entro 45 giorni dall'ultimo giorno fatturato.
Ma le buone notizie non finiscono qui: contestualmente alla nuova delibera, Arera ha anche dato avvio ad una procedura che si dovrà concludere entro l’anno e che si pone l’obiettivo di introdurre altre novità a tutela del consumatore.
Seguiranno la stessa sorte anche le bollette relative alla fornitura di acqua (aventi scadenza successiva al 1° gennaio 2020) e quelle aventi ad oggetto la fornitura di gas (con scadenza successiva al 1° gennaio 2019).

Per visionare la delibera dell’autorità di settore, è possibile scaricarne il contenuto attraverso il sito Arera.it.

Valentina Milia

Federconsumatori Sardegna

Viale Monastir 15

09122, Cagliari

070.2797270

sportello.cagliari@gmail.com

federconsardegna@gmail.com

Orari

Riceviamo previo appuntamento

tel. 070.2797270

dal lunedì al venerdì

dalle 9:00 alle 13:00

dalle 16:00 alle 19:00

Mappa